16-10-2013

BIG (Bjarke Ingles): Gammel Hellerup Gymnasium in Danimarca

Frederik Lyng,

Miami Beach,

Padiglioni, Housing, SPA, sport,

contemporaneo,

Legno, Cemento,

Sorprendendo tutti con il progetto dell’ampliamento del Gammel Hellerup Gymnasium in Danimarca, il famoso studio BIG (Bjarke Ingles) apre un nuovo capitolo nella propria filosofia architettonica. Il rinnovato cortile centrale, tetto in legno della palestra sottostante, sfrutta le potenzialità del materiale di rivestimento per disegnare un’opera che fa da ponte tra l’edificio storico e la contemporaneità.



BIG (Bjarke Ingles): Gammel Hellerup Gymnasium in Danimarca BIG (Bjarke Ingles) firma l’ampliamento del Gammel Hellerup Gymnasium con una filosofia progettuale che mette da parte ogni sensazionalismo per concentrarsi sull’integrazione tra luoghi  e funzioni. L’intervento unisce il preesistente edificio scolastico alla nuova area sportiva con un’architettura contemporanea vicino ai sentimenti dei giovani fruitori.
Incluso tra le archistar più giovani, Bjarke Ingles è noto per progetti pubblici e privati di ampio respiro, che Floornature ha seguito con attenzione negli ultimi anni. Dal celeberrimo “The mountain” complesso residenziale a Copenagen, al più recente “8 Tallet” ancora nella capitale danese, fino ai progetti ancora solo sulla carta come l’ambizioso Miami Beach Convention Center.
Lo stupore che queste visioni architettoniche hanno sempre suscitato nel pubblico non hanno impedito a Bjarke Ingles di occuparsi anche di aspetti legati alla sostenibilità ambientale e alla fruibilità da parte dell’utente. Temi che si ritrovano anche nel recente ampliamento del Gammel Hellerup Gymnasium, dove lo sfruttamento dell’area cortilizia centrale, circondata dal quadrilatero formato dai padiglioni preesistenti, trova scopo nell’integrazione delle funzioni scolastiche.
Ci si sarebbe aspettato che lo studio sfruttasse l’incarico pubblico per disegnare un’opera a se stante, dove l’innovazione formale fosse protagonista del progetto, forse un landmark che traghettasse il vecchio edificio scolastico in una nuova fase più vicina all’immaginario contemporaneo. Questo modo di pensare, che sarebbe comunque andato incontro ai voleri dell’amministrazione, desiderosa di realizzare una nuova ala dedicata all’accoglienza e alla fruizione collettiva, non ha avuto la meglio. Il progetto sfrutta infatti il cortile centrale per realizzare un’architettura nascosta, che si sviluppa in gran parte sotterranea e che appare all’esterno sotto un manto di rovere. Provvedendo alla richiesta di allocare la nuova palestra in uno spazio sfruttabile anche per le pubbliche assemblee e cerimonie, BIG realizza un unico ambiente a 5 metri sotto il livello del terreno, con una copertura curvilinea che in corrispondenza del centro raggiunge la quota di 8 metri. I 3 metri sopra terra creano una superficie adatta a molteplici e informali usi da parte degli studenti. Il suo rivestimento in tavole di rovere la rendono vicina all’immaginario delle pubbliche aree pedonali in città, ma anche a quello delle rampe per lo skateboarding.
Il grande cortile è arricchito da arredi e luci per essere meglio sfruttato di giorno come di notte: due zone sono punteggiate da sedute in acciaio smaltate bianche e un’altra ospita una lunga pista per la pratica dello skateboarding utilizzabile anche come seduta, entrambe illuminate a led e particolarmente suggestive nelle ore notturne.


I tagli lungo i bordi della superficie di copertura consentono alla luce solare di illuminare il grande ambiente ipogeo, mentre l’inserimento di pannelli solari intorno ai padiglioni preesistenti fornisce  il necessario approvvigionamento di acqua calda.

Mara Corradi

Progetto: BIG (Bjarke Ingels, Finn Nørkjær)
Capiprogetto: Ole Elkjær-Larsen
Collaboratori: Frederik Lyng, Ole Schrøder, Narisara Ladawal Schröder, Henrick Poulsen, Dennis Rasmussen, Jeppe Ecklon, Rune Hansen, Riccardo Mariano, Christian Alvare Gomez, Xu Li, Jakob Lange, Thomas Juul-Jensen
Committente: Gammel Hellerup Gymnasium
Luogo: Hellerup (Danimarca)
Progetto delle strutture: EKJ, Flemming Tagmose
Superficie utile lorda: 1100 mq
Inizio Progetto: 2009
Fine lavori: 2013
Impresa costruttrice: CG Jensen, Klaus Mels Nielsen, Dion Munksgaard
Copertura in listoni di rovere
Struttura in cemento armato
Fotografie: © Jens Lindhe

www.big.dk


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy