05-12-2007

Apple Retail Store. New York. Bohlin Cywinski Jackson. 2006

Bohlin Cywinski Jackson,

Negozi, Bar, Store, SPA,

Pietra, Metallo, Vetro, Legno,

Mostra,

Trasparente, luminoso, ma perfettamente definito nella geometria e nel disegno: il cubo dello Store Apple al 767 della Quinta Strada è un gioiello di design e tecnologia, che mostra il legame ormai strettissimo tra marketing e architettura.



Apple Retail Store. New York. Bohlin Cywinski Jackson. 2006 A firmarlo è lo studio americano Bohlin Cywinski Jackson, fondato nel 1965 a Wilkes-Barre, in Pennsylvania, da Peter Bohlin e Richard Powell. Oggi lo studio ha 4 sedi in altrettante città americane ed è conosciuto a livello internazionale per la sua filosofia rigorosa, attentissima al dettaglio, con una propensione all'uso del vetro, del legno e della pietra.
Tutti particolari che si notano anche nello Store Apple della Grande Mela. Aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all'anno, lo Store ha velocemnete catalizzato l'attenzione dei cittadini e dei numerosi turisti, attratti non solo dalla notorietà del marchio ma anche dall'immagine di questo box, così leggera e trasparente, in netto contrasto con gli edifici circostanti.
Sulle facciate del cubo trasparente, il luminoso logo bianco a forma di mela è l'unico elemento che interrompe la continuità dei pannelli in vetro. 538 lastre e 400 rivetti di metallo costruiscono la geometria di questo originalissimo contenitore, il quale non è altro che l'ingresso al negozio vero e proprio, che si sviluppa, invece, al piano sottostante.
Il cubo è quindi essenzialmente icona, landmark, solo apparentemente privo di funzioni. La sua leggerezza, la dimensione quasi eterea emergono con ancora più forza grazie al contrasto con la pavimentazione in pietra. La pietra serena dalla texture levigata crea uno sfondo ordinato e compatto.
Il contrasto tra la sua matericità e quella più leggera del vetro, tra il grigio e la trasparenza rende ancora più suggestiva la figura del box, soprattutto di notte, quando lo store è completamente illuminato. Il design non poteva che essere una delle principali caratteristiche di questo store che è stato concepito per diventare uno dei più rappresentativi del brand. Il minimalismo dell'esterno si ripete all'interno, dove a farla da protagonisti sono i colori naturali degli originalissimi scaffali, che sono più che altro dei supporti.
Un unico desk, di oltre 13 metri, riunisce tutte le funzioni di Genius Bar, iPod Bar e The Studio, un vero e proprio spazio creativo. Il tutto è costato 9 milioni di dollari.

Laura Della Badia

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy